Navigazione
La S.T.I.
La Storia
Attività
Statuto
Le riviste
Premi Silmaril
Tesi
Iscriversi
Contatti
J.R.R. Tolkien
La vita
Bibliografia
Contenuti
Articoli
Downloads
Forum
Links
News
Foto
Appuntamenti
Cerca

Catalogo

Utenti Online
Ospiti Online: 2
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 1,899
Ultimo Membro: ILSIDUR
Ultimi Articoli
I Poemi delle Battag...
Scheda libro

Albero e foglia

Autore: J.R.R. Tolkien

Milano 2000
Bompiani (Sito Editore)

Pagine: 229
Prezzo: euro 15,00
ISBN: 88-452-9044-1


Edizione originale: Tree and Leaf
George Allen & Unwin, London 1964, 1967, 1975


Ordina questo libro


Note:
Prefazione di Christopher Tolkien; traduzione di Francesco Saba Sardi e Fabrizio Dubosc
Precedenti edizioni: Rusconi, Milano 1976-1988-1993-1999

Si presentano qui alcune fiabe di J.R.R. Tolkien, precedute da un saggio sulla fiaba. Accostare la saggistica e la narrativa di Tolkien non vuol dire giustapporre due settori della sua attività, ma offrire due profili diversi dello stesso scrittore. Lo scrittore ha un rapporto con il linguaggio dal quale esula ogni violenza, un rapporto che non consente alcuna artificiosa separazione fra contenuti e stile, ispirazione e applicazione, conscio e inconscio. Perciò la continuità fra il saggista e il narratore è assoluta, in Tolkien, come quella fra il saggista e il poeta in Eliot e in Auden. Sia nella critica che nel racconto di Tolkien si nota la stessa grande e tipica qualità: la serietà del mistico e del metafisico è sempre mediata dall'umorismo, come è sempre filtrata dall'erudizione.
Conoscitore massimo della letteratura anglosassone, alla quale introdusse generazioni di studenti oxoniani, Tolkien ha scritto, con Il Signore degli Anelli, un'epopea secondo le regole del genere cavalleresco, "diventando", commenta Elémire Zolla, "il servitore appassionato delle forze stesse che aveva sentito pulsare nei versi di uomini morti da più di un millennio". Tutto ciò si ripresenta nell'ultimo racconto di questo libro: Il ritorno di Beorhtnoth, figlio di Beorhthelm.
"A chi sostiene che la sua opera è un'evasione dalla realtà", scrive ancora lo Zolla, "Tolkien replica, nel saggio Sulla fiaba, che, certo, una fiaba è un'evasione dal carcere e aggiunge: chi getta come un'accusa questa che dovrebbe essere una lode commette un errore forse insincero, accomunando la santa fuga del prigioniero con la diserzione del guerriero, dando per scontato che tutti dovrebbero militare a favore della propria degradazione a fenomeni sociali. Non si possono ignorare le realtà presenti, impellenti, inesorabili!, dicono ancora i custodi della degradazione. Realtà transitorie, corregge Tolkien. Le fiabe parlano di cose permanenti: non di lampadine elettriche, ma di fulmini. Autore o amatore di fiabe è colui che non si fa servo delle cose presenti. Esiste una fiaba suprema, che non è una sottocreazione, come altre, ma il compimento della Creazione, il cui rifiuto conduce alla furia o alla tristezza: la vicenda evangelica, in cui storia e leggenda si fondono".


Indice:
Prefazione

Albero e foglia
- Sulle fiabe
- "Foglia", di Niggle
- Mitopoeia

Fabbro di Wootton Major

Il ritorno di Beorhtnoth figlio di Beorhthelm

 
Login
Nome Utente

Password



Non sei ancora un membro?
Clicca qui per registrarti.

Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

Stefano Giuliano
03/22/2015
Salve Jessica, benvenuta!

Jessica
03/21/2015
salve!!sono una nuova iscritta smiley

Ranius
03/20/2015
Buon giorno ragazzi vi ricordo che domani a Milano in V.le Campania,12 presso lo spazio WOW ci sarà l'ultimo fine settimana della mostra su Tolkien sabato dalle 15 alle 17 Domenica dalle 10 alle 1

mauro graz
03/12/2015
una domanda aperta: l'anno prossimo volevo organizzare un viaggio nella terra di mezzo (nuova zelanda); qualcuno c'è stato? avete info o suggerimenti da darmi? thanks

mauro graz
03/12/2015
un grande saluto a tutti, mi sono appena iscritto

Stefano Giuliano
03/09/2015
Salve. Consiglio a tutti di dare un'occhiata alla sezione tesi vi sono alcuni interessanti testi sull'opera di T. di giovani laureati che vale la pena leggere.

Nimloth
02/27/2015
"Non serve un grande potere per tenere il male sotto scacco ma sono le piccole cose, le azioni quotidiane della gente comune che tengono a bada l'oscurità. Semplici atti di gentilezza e amore

Ile
02/24/2015
Ciao! Vi segnalo la guida illustrata al Silmarillion: https://www.facebook.com/
CapireEAmareIlSilmarillio
n


Peppepinzu
02/24/2015
Salve a Erica e Nimlot!

erica ota rodighiero
02/22/2015
Ciao a tutti: Hobbit, stregoni, uomini, nani ed elfi! Sono felicissima di essermi iscritta a questo splendido sito dedicato al gran Tolkien smiley

Archivio Shoutbox