Navigazione
La S.T.I.
La Storia
Attività
Statuto
Le riviste
Premi Silmaril
Tesi
Iscriversi
Contatti
J.R.R. Tolkien
La vita
Bibliografia
Contenuti
Articoli
Downloads
Forum
Links
News
Foto
Appuntamenti
Cerca

Catalogo

Utenti Online
Ospiti Online: 4
Nessun Membro Online

Membri Registrati: 1,578
Ultimo Membro: nclpsjsqp
Ultimi Articoli
I Poemi delle Battag...
Scheda libro

Il Signore degli Anelli

Autore: J.R.R. Tolkien
Traduzione riveduta e corretta in collaborazione con la Società Tolkieniana Italiana

Milano 2004
Bompiani (Sito Editore)

Pagine: 1359
Prezzo: euro 28,00
ISBN: 88-452-9005-0


Edizione originale: The Lord of the Rings
Allen & Unwin, London 1966


Ordina questo libro


Note:
Edizione italiana a cura di Quirino Principe; traduzione di Vittoria Alliata di Villafranca; introduzione di Elémire Zolla
Precedenti edizioni: Rusconi, Milano 1970-1977-1997-1998; Bompiani, Milano 2000

Il Signore degli Anelli è un romanzo d'eccezione, al di fuori del tempo: chiarissimo ed enigmatico, semplice e sublime. Esso dona alla felicità del lettore ciò che la narrativa del nostro secolo sembrava incapace di offrire: avventure in luoghi remoti e terribili, episodi d’inesauribile allegria, segreti paurosi che si svelano poco a poco, draghi crudeli e alberi che camminano, città d’argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano solo al nominarli, urti giganteschi di eserciti luminosi ed oscuri; e tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro ai suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, tra il bene e il male. Leggenda e fiaba, tragedia e poema cavalleresco, il romanzo di Tolkien è in realtà un’allegoria della condizione umana che ripropone in chiave moderna i miti antichi.
Tolkien scrisse la trilogia nell’arco di quattordici anni, nel periodo in cui era professore ad Oxford. Il romanzo è venuto crescendo tra le dita allo studioso innamorato dei suoi studi severi, delle sue rune, delle sue leggende, di cui si sentono qui le molte suggestioni e risonanze: lo splendore azzurro e dorato dei paesaggi, l’orrore «celtico» di certe creature, il suono bronzeo o argenteo dei nomi di persone e di luoghi. Come scrive Elemire Zolla nell’introduzione, «Tolkien riparla, in una lingua che ha la semplicità dell’Anglosassone o del Medio Inglese, di paesaggi che pare di avere già amato leggendo Beowulf o Sir Gawain o La Mort d’Arthur, di creature campate tra il mondo sublunare o il terzo cielo, di archetipi divenuti figure». C.S. Lewis ha scritto a sua volta: «Non è immaginario il mondo che Tolkien ha proiettato, così molteplice, vero e completo nella sua intima coerenza. Nessun altro mondo è così palesemente oggettivo, purificato da ogni psicologismo individuale legato all’autore»; e Richard Hughes: «Per l’ampiezza dell’immaginazione [il romanzo] umilia ogni termine di confronto; la sua vivacità, la sua felicità narrativa trascinano il lettore da una pagina all’altra». E Auden infine: «È un libro di incredibile felicità».


Indice:
Introduzione di Elémire Zolla
Prefazione alla seconda edizione inglese di J.R.R. Tolkien
Notizia
Nota del Curatore

Prologo
1. A proposito degli Hobbit
2. A proposito del'erba-pipa
3. L'Ordinamento della Contea
4. A proposito della scoperta dell'Anello
Nota sulla documentazione della Contea

Parte prima
LA COMPAGNIA DELL'ANELLO
LIBRO PRIMO
I. Una festa a lungo attesa
II. L'ombra del passato
III. In tre si è in compagnia
IV. Una scorciatoia che porta ai funghi
V. Una congiura smascherata
VI. La Vecchia Foresta
VII. Nella casa di Tom Bombadil
VIII. Nebbia sui Tumulilande
IX. All'insegna del «Puledro Impennato»
X. Grampasso
XI. Un coltello nel buio
XII. Fuga al Guado

LIBRO SECONDO
I. Molti incontri
II. Il Consiglio di Elrond
III. L'Anello va a sud
IV. Un viaggio nell'oscurità
V. Il ponte di Khazad-dûm
VI. Lothlórien
VII. Lo Specchio di Galadriel
VIII. Addio a Lórien
IX. Il Grande Fiume
X. La Compagnia si scioglie

Parte seconda
LE DUE TORRI
LIBRO TERZO
I. L'addio di Boromir
II. I Cavalieri di Rohan
III. Gli Uruk-hai
IV. Barbalbero
V. Il Cavaliere Bianco
VI. Il re del Palazzo d'Oro
VII. Il Fosso di Helm
VIII. La via che porta a Isengard
IX. Relitti e alluvioni
X. La voce di Saruman
XI. Il Palantír

LIBRO QUARTO
I. Sméagol domato
II. L'attraversamento delle Paludi
III. Il Cancello Nero è chiuso
IV. Erbe aromatiche e stufato di coniglio
V. La finestra che si affaccia a occidente
VI. Lo stagno proibito
VII. Viaggio sino al Crocevia
VIII. Le scale di Cirith Ungol
IX. La tana di Shelob
X. Messer Samvise e le sue decisioni

Parte terza
IL RITORNO DEL RE
LIBRO QUINTO
I. Minas Tirith
II. Il passaggio della Grigia Compagnia
III. L'adunata di Rohan
IV. L'assedio di Gondor
V. La cavalcata dei Rohirrim
VI. La battaglia dei Campi del Pelennor
VII. Il rogo di Denethor
VIII. Le Case di Guarigione
IX. L'ultima discussione
X. Il Cancello Nero si Apre

LIBRO SESTO
I. La Torre di Cirith Ungol
II. La Terra d'Ombra
III. Monte Fato
IV. Il Campo di Cormallen
V. Il Sovrintendente e il Re
VI. Molte separazioni
VII. Verso casa
VIII. Percorrendo la Contea
IX. I Porti Grigi

APPENDICI
A) Annali dei Re e Governatori
I. I Re numenoreani
II. La Casa di Eorl
III. Il popolo di Durin
B) Il calcolo degli anni
C) Alberi genealogici
D) Calendario della Contea valido per tutti gli anni
E) Scrittura e pronunzia
I. Pronunzia di parole e nomi propri
II. Scrittura
F) Notizie etnografiche e linguistiche
I. Popoli e lingue della Terza Era
II. A proposito della traduzione

 
Login
Nome Utente

Password



Non sei ancora un membro?
Clicca qui per registrarti.

Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

carturello
08/19/2014
ciao a tutti!

Umile_Bardo
08/19/2014
Il Professore e ''Il Signore degli Anelli'' mi hanno cambiato la vita!

balin21
08/16/2014
La bellezza di come scriveva Tolkien é qualcosa che dimostra quanto può uno scrittore denunciare la stupidità della società corrotta pronta sempre a cadere nella tentazione. Tolkien narra e denuncia q

Arwen 97
08/15/2014
Ferragosto passato con Le leggende di Sigurd e Gudrùn..

Evarwen
08/13/2014
bravo o brava Eru Manwe Eonwe... concordo con lui o lei... VIVA TOLKIEN!!!!!!

Radagast Lo Svitato
08/13/2014
viva Tolkien

Eru Manwe Eonwe
08/12/2014
smiley TOLKIEN VA AL DI LA' DELLO SPAZIO E DEL TEMPO! smiley W TOLKIEN PER SEMPRE!!!

Evarwen
08/11/2014
Love tolkien forever

FrodoPipinoAle
08/07/2014
tolkien è un mito!

Arwen 97
08/07/2014
I love Tolkien

Archivio Shoutbox